Sif-Italy

Domande & risposte

Abbiamo voluto dedicare questa pagina a tutti i nostri clienti, professionali e non,  elencando una serie di domande che ci sono state rivolte più di frequente e alle quali abbiamo dato una risposta.

Invitiamo gli utenti del sito a farci altre domande (tramite il form che compare ai piedi di questa pagina) a cui risponderemo di buon grado sia privatamente (se richiesto) che pubblicamente in questa sezione.

Esiste una caldaia ecologica?

Le caldaie a condensazione rispondono alla Direttiva CEE 92/42 sulla classificazione energetica.
La tecnologia a condensazione consente di utilizzare al meglio tutto il calore prodotto dalla combustione: i fumi di scarico vengono fatti scorrere in appositi scambiatori di calore, che li raffreddano al di sotto della temperatura di condensazione (temperatura di rugiada).
Questo passaggio determina la condensa del vapore acqueo presente, liberando energia termica - il calore latente - che viene ceduta all'impianto di riscaldamento.
La tecnica della condensazione riduce i consumi di combustibile fino al 30% e abbatte le emissioni di NOx e di CO del 70% circa.
Un doppio risultato: risparmio di gestione e salvaguardia dell'ambiente.

Come funzionano gli impianti di riscaldamento a pavimento?

La prerogativa degli impianti di riscaldamento a pavimento è quella data dalla temperatura tiepida dell'acqua che alimenta l'impianto (una serie di tubi disposti a serpentina sotto la copertura del pavimento) e che produce un omogeneo e confortevole riscaldamento radiante, la forma più gradevole per l'uomo e anche la più naturale.
Basse temperature d'esercizio significa anche libertà di scelta del tipo di energia: gasolio, metano, gpl, solare, pompe di calore, legna/pellet, ecc...
Infine, si possono realizzare impianti di riscaldamento misti: a pavimento in alcuni locali e tramite radiatori in altri.

I pannelli solari vanno bene solo per l’acqua calda o anche per il riscaldamento?

Il pannello solare (collettore solare) è un dispositivo atto alla conversione della radiazione solare in energia termica e al suo trasferimento, per esempio, verso un serbatoio ad accumulo per un uso successivo; questa tecnologia, cioè l'insieme dei componenti che oltre al pannello solare costituiscono l'impianto, viene detta nel suo complesso solare termico.
Non va confuso con il pannello solare fotovoltaico che serve per la produzione di elettricità.
Esistono due tipologie base di solare termico: a circolazione naturale e a circolazione forzata e sono tutti e due adatti alla produzione di acqua calda sia ad uso sanitario che per il riscaldamento ambiente.
La differenza di base è che nella circolazione naturale il bollitore ad accumulo è posto più in alto rispetto al collettore con il vantaggio di essere un impianto semplice ed economico, ma lo svantaggio di avere dispersioni termiche e limiti di installazione in regioni con temperature notturne rigide.
Invece, nella circolazione forzata, il bollitore può essere collocato in un locale dedicato perchè l’acqua calda circola per mezzo di una pompa. E’ un sistema duttile e integrabile che permette di ottenere un maggiore rendimento di esercizio.

E’ vero che l’energia prodotta in eccesso dai pannelli fotovoltaici può essere venduta all’Enel?

Facciamo prima una doverosa premessa: l'energia elettrica prodotta da un sistema a pannelli fotovoltaici è normalmente a bassa tensione e a corrente continua, quindi per essere utilizzata nella nostra abitazione va trasformata in corrente alternata a 220 Volt,  questo viene ottenuto attraverso l'uso di uno strumento chiamato 'inverter'.
In sintesi quindi un impianto a moduli fotovoltaici si compone di una serie di pannelli adagiati sul tetto, di un inverter e di un contatore fornito dal vostro gestore di energia elettrica che serve per immettere l'energia prodotta direttamente nella rete elettrica. Questo contatore funziona però al contrario di quello normalmente installato nelle abitazioni: conta l'energia prodotta dai nostri moduli fotovoltaici e praticamente comunica al gestore quanta energia abbiamo prodotto.
L'energia prodotta viene scalata da quella che consumiamo durante la notte o durante le giornate particolarmente nuvolose, quindi pagheremo alla Società la sola differenza.
Vi invitiamo comunque a chiedere ulteriori e aggiornate informazioni al vostro gestore.
 

Come posso avvalermi della detrazione IRPEF prevista per gli impianti solari o le caldaie a condensazione ?

Ciccando qui potrai scaricare il PDF dell’ ENEA e per maggiori informazioni potrai consultare i consulenti di IdeaPRO S.r.l. i quali ricevono negli uffici S.I.F. nei seguenti orari:
lunedì 14,00/18,00 - martedì 9,30/12,30 - mercoledì 14,00/18,00 - venerdì14,00/18,00
 

Desidero avere una risposta a questa mia domanda:

Garanzia di riservatezza:
I dati da Lei forniti potranno essere utilizzati da S.I.F. s.r.l. per l'invio di informazioni commerciali, senza alcun impegno per Lei, nel pieno rispetto della L 675/96.
In qualsiasi momento potrà far modificare o cancellare i suoi dati con una semplice comunicazione al nostro Centro Dati.

S.I.F. è concessionario:

fondital valsir oekofen